La luce intensa fa starnutire. Sembra una di quelle fake news nelle quali spesso ci si imbatte nel web, ma non è così. Pare infatti che molte persone in presenza di una luce intensa non possano fare a meno di starnutire. Si tratta di un riflesso che interessa il 15-30% della popolazione e che “colpisce” in particolar modo chi ha gli occhi verdi.

Solitamente gli starnuti servono a liberare il naso da germi e impurità, eppure ci sono casi in cui alcune persone esposte alla luce improvvisa del sole, dei flash dei fotografi o ad altre fonti luminose rispondono con uno starnuto.

Gli inglesi la chiamano sindrome ACHOO (Autosomal dominant Compelling Helio-Ophtalmic Outburst) e non è un caso il richiamo all'onomatopea, per noi è lo starnuto riflesso fotico o (fotoptarmosi).

Pur trattandosi di una sindrome piuttosto diffusa, è bene precisarlo, non si tratta di una grave condizione medica.

Ma da cosa deriva lo starnuto riflesso fotico?
Non c’è ancora una spiegazione univoca, ma esistono diverse teorie che ne spigherebbero l’origine. Scopriamole insieme:

- INTERFERENZA TRA NERVO OTTICO E TRIGEMINO
L'intensa attivazione del nervo ottico che risponde alla luce potrebbe sollecitare il vicino nervo trigemino, responsabile di alcuni movimenti facciali. Il cervello potrebbe quindi scambiare lo stimolo luminoso come un irritante del naso, e rispondere di conseguenza.

- RESIDUO EVOLUTIVO
Per qualche ragione che non ci è chiara, a un certo punto della nostra storia evolutiva, starnutire in presenza di luce improvvisa doveva essere “vantaggioso” e questa reazione in qualche modo è arrivata fino ad oggi, manifestandosi ne 15-30% della popolazione.

- REAZIONE PROFONDAMENTE RADICATA NEL CERVELLO
Secondo uno studio svizzero di qualche anno fa, la corteccia visiva di chi starnutisce alla luce è più facilmente eccitabile e quindi più sensibile rispetto a quella degli individui che non hanno questa reazione. Lo starnuto riflesso fotico sarebbe quindi una risposta più profonda ancora del riflesso che ci spinge, per esempio, a togliere la mano dalla piastra del gas ancora calda.

- ATTIVAZIONE DEL SISTEMA NERVOSO PARASIMPATICO
L'esposizione alla luce farebbe attivare il sistema nervoso parasimpatico, responsabile delle azioni involontarie. Davanti a un flash luminoso dilatiamo le pupille, aggrottiamo le sopracciglia, azioni che potrebbero spontaneamente suscitare un altro riflesso, quello dello starnuto appunto. Non si spiegherebbe però perché allora solo alcune persone starnutiscano alla luce: una reazione che alcuni studi ipotizzano sia genetica.